Dettaglio Post

Vita associativa 3 luglio 2017

IL SUGC CONSEGNA L’ASSEGNO A CARLA CAIAZZO DOPO LA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING CON MERIDONARE

Si è chiusa con successo la campagna di Crowdfunding promossa dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania in favore di Carla Caiazzo, la donna bruciata viva dal suo ex compagno. Presso la sede del SUGC in via Cappella Vecchia n.8b  il presidente Armando Borriello ha consegnato a Carla Caiazzo l’assegno di 4.020,50 Euro. La cifra raccolta servirà, come ha detto lo stesso Borriello, per permettere a Carla alcuni interventi chirurgici necessari per ritrovare la sua identità dopo essere stata completamente sfigurata. Oltre alla presenza della stessa Carla Caiazzo ad esporre i positivi risultati della campagna di crowdfunding c’è stato il prof. Marco Musella presidente di Meridonare e vicepresidente della Fondazione Banco Napoli: “Si tratta della prima campagna anomala, destinata ad una sola persona, che però rappresenta una drammatica realtà che accomuna purtroppo tante donne vittime di violenze. Noi di Meridonare e della Fondazione siamo vicini a queste battaglie di sensibilione e civiltà”. Laura Viggiano delegata per le pari opportunità del SUGC: “E’ stata un’idea promossa da uomini del nostro sindacato che la commissione ha immediatamente appoggiato”.  Carmen Padula membro dell’Associazione Feminin Pluriel: “Non abbiamo esitato un attimo nel far sentire il sostegno di un’associazione al femminile a Carla”. Carla Caiazzo potrà affrontare alcuni interventi di chirurgia plastica volti alla riconquista di una identità fisica ormai persa. Si tratta di un passo importante contro ogni forma di violenza sulle donne ma anche una risposta alle carenze dello Stato che troppo spesso, oltre le cure necessarie alla sopravvivenza, non sostiene la riconquista di una dignità fisica e morale delle vittime di violenze. “Lo stato mi ha abbandonata e sono contenta che dal basso sia ancora viva quella solidarietà che le istituzioni hanno dimenticato”.

iscriviti alla newsletter

newsletter