Dettaglio Post

Vertenze 22 maggio 2017

Licenziamenti collettivi a La Città di Salerno, Fnsi, Sugc e Odg Campania: «Azienda torni al tavolo delle trattative, possibili soluzioni alternative»

A 7 mesi dall’acquisizione della testata “la Città” di Salerno dal gruppo “L’Espresso”, la società, che fa riferimento agli imprenditori Giovanni Lombardi e Vito Di Canto, avvia le procedure per i licenziamenti collettivi.

«Questo – spiega la Fnsi – dopo una lunga trattativa con il Cdr e il Sindacato giornalisti della Campania nella quale i giornalisti avevano accettato tutte le condizioni economiche proposte dall’azienda e avevano posto delle pregiudiziali solo sull’organizzazione del lavoro che prevedeva l’esternalizzazione di interi servizi come lo Sport e Internet».

Una situazione che sembrava aver trovato un esito positivo, tanto che i giornalisti, dopo aver avviato uno sciopero di tre giorni, avevano deciso di revocarlo. Poi però l’azienda ha riproposto lo stesso piano sul quale pareva disposta a trattare, accompagnandolo con la procedura di licenziamento.

«È evidente – prosegue il sindacato dei giornalisti – che non c’è alcuna proporzione tra il piano riproposto ancora una settimana fa e la procedura per un ridimensionamento drastico della redazione, che porterebbe alla distruzione di quello che attualmente rappresenta il primo giornale della provincia di Salerno».

Per questo, Fnsi, Sindacato regionale e Ordine dei giornalisti della Campania «invitano l’azienda a tornare al tavolo delle trattative per trovare soluzioni alternative ai licenziamenti per garantire il futuro del giornale e i livelli occupazionali».

PER APPROFONDIRE

Ecco di seguito cosa scrivono i giornalisti della Città di Salerno sul sito web del quotidiano.
La Edizioni salernitane srl, editrice del quotidiano “la Città di Salerno” ha comunicato di aver avviato la procedura di riduzione del personale per licenziamento collettivo, che riguarderà ben sette giornalisti su un organico di tredici. Tutto questo a meno di sette mesi dall’acquisizione del ramo d’azienda dalla Finegil Spa, società del Gruppo L’Espresso. Si apre ora una fase di trattativa in sede provinciale, regionale e nazionale. La redazione de “la Città” si riserva tutte le azioni opportune per tutelare i livelli occupazionali al fine di garantire la qualità del prodotto in edicola e sul web, assicurando, come ha sempre fatto in questi 20 anni, il massimo di impegno per la testata.

iscriviti alla newsletter

newsletter