Dettaglio Post

Vita associativa 24 febbraio 2015

Sold out per il corso di formazione per giornalisti a Caserta

Michele De Simone, Pio Del Gaudio, Davide Tizzano, Gianfranco Coppola, Ottavio Lucarelli
Michele De Simone, Pio Del Gaudio, Davide Tizzano, Gianfranco Coppola, Ottavio Lucarelli

Michele De Simone. Ottavio Lucarelli, Nicola Lombardo e Francesco De Luca
Michele De Simone. Ottavio Lucarelli, Nicola Lombardo e Francesco De Luca

Un centinaio di giornalisti di Napoli e Caserta hanno affollato la sala convegni del Centro Culturale Sant’Agostino, dove ha sede l’Assostampa Caserta con l’Emeroteca punto di riferimento di moltissimi ricercatori, per l’interessante e riuscito seminario di aggiornamento su:”Lo sport e il nuovo linguaggio dei media”, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti della Campania con il supporto del Sindacato Giornalisti Campani e dell’Assostampa Caserta.

I lavori sono stati introdotti dal presidente dell’Assostampa Caserta Michele De Simone e dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, che era accompagnato dal tesoriere dell’Ordine Paolo Mainiero e dalla dirigente del Sindacato Giornalisti della Campania Antonella Monaco. Significativo il saluto del sindaco di Caserta Pio Del Gaudio che ha seguito attentamente buona parte dei lavori del seminario, proponendo anche quesiti e domande ai relatori. Un parterre quello dei relatori veramente di primissimo piano, visto che a intrattenere l’attento uditorio c’erano Nicola Lombardo, Direttore della Comunicazione del Calcio Napoli; Francesco De Luca, capo della redazione sportiva del quotidiano Il Mattino; Gianfranco Coppola, caporedattore e responsabile sport Rai Tg3Campania; Davide Tizzano, oro olimpico ad Atlanta e Seul e attuale vicepresidente della Federazione Italiana Canottaggio.

Nei quattro interventi, tutti di altissimo livello, sono stati illustrati non solo i temi primari legati al ruolo dell’informazione sportiva all’interno dei media, ma anche quelli sopravvenuti in riferimento ai social network, ai giornali on line e, in generale, a tutte le nuove forme di comunicazione presenti in maniera rilevante nel mondo dello sport. Nicola Lombardo (proveniente dalle fila giornalistiche per aver lavorato all’Agenzia Reuter, a Sky Tg24 ed altri importanti network prima di approdare alla corte del presidente De Laurentiis) e Francesco De Luca (anche inviato ai Giochi Olimpici ed a grandi eventi sportivi internazionali) hanno approfondito soprattutto le problematiche di comunicazione nel mondo del calcio, con particolare riguardo, ovviamente al Calcio Napoli, di cui i due relatori, protagonisti dell’informazione sullo sport e la squadra più amata in Campania e non solo, hanno svelato aneddoti e curiosità. Il campione olimpico Davide Tizzano, nel ribadire l’impegno del Coni e delle Federazioni a mettere a disposizione dei media attraverso interviste e servizi le storie di vita e di impegno sportivo dei grandi atleti, ha ancora una volta sollecitato la stampa sportiva a dare spazio ai cosiddetti sport “minori” che sarebbe meglio definire “olimpici”, ricordando di seguirli non solo durante i Giochi ma in tutti gli altri appuntamenti nazionali e internazionali. Sull’informazione televisiva ha dato un contributo essenziale Gianfranco Coppola che ha raccontato episodi significativi del backstage sportivo con particolare riferimento alla provincia di Caserta, definita “leader in Campania” per le sue numerose eccellenze sportive.

Dopo un vivace dibattito tra i relatori ed i partecipanti al seminario, De Simone e Lucarelli hanno chiuso l’incontro dando appuntamento ad altri appuntamenti in programma a giugno ed ottobre nell’ambito delle iniziative di aggiornamento che in Campania, a differenza di altre Regioni, sono organizzate con la partecipazione gratuita degli iscritti all’Ordine dei Giornalisti.

Il dirigente del SGC Antonella Monaco ha invitato tutti ad aderire alla campagna #menogiornalimenoliberi contro i tagli all’editoria, che rischiano di far chiudere più di 200 giornali, firmando la petizione

https://www.change.org/p/meno-giornali-meno-liberi-petizione-per-il-governo-e-il-parlamento-italiani

iscriviti alla newsletter

newsletter